Dove: Museo di Arte Contemporanea di Villa Croce
Quando: 17 aprile – 11 ottobre 2009
Inaugurazione: 16 aprile, ore 18

APPROFONDIMENTO

Comitato scientifico Giorgio Bonomi, Claudio Cerritelli, Marco Meneguzzo, Alberto Rigoni, Franco Sborgi, Sandra Solimano

Curatori Franco Sborgi, Sandra Solimano

In un clima di rinnovato interesse per la pittura, sia nel contesto storico delle avanguardie della seconda metà del ’900 sia nelle sue più recenti declinazioni figurative, il Museo d’Arte Contemporanea di Genova dedica un’ampia rassegna al movimento della Nuova Pittura che caratterizza la scena artistica italiana dei primi anni ’70 , allargando la panoramica dall’Italia all’Europa (Belgio, Germania, Gran Bretagna, Francia, Olanda) e agli Stati Uniti d’America dove, dalla matrice sostanzialmente astratta della cultura pittorica americana dalla fine della seconda guerra mondiale in poi, nascono movimenti come la Nuova Astrazione. La mostra intende fornire una lettura storico-critica di questa linea internazionale della ricerca pittorica che, tra Anni Sessanta e Settanta, riporta il dibattito artistico sul territorio del linguaggio e del lavoro del pittore, reagendo con contenuti lucidi e propositivi alla smaterializzazione dell’arte del Concettuale.
Molti degli artisti che alla fine degli anni ’60 aderiscono al movimento della Nuova Pittura hanno peraltro attraversato l’esperienza concettuale e dunque propongono un uso concettualizzato del fare pittura, completamente estraneo a qualsivoglia referenzialità con il dato esteriore. La pittura manifesta se stessa negli elementi essenziali del fare pittorico – supporto superficie segno pigmento- in una inevitabile presa di distanza anche dalle avanguardie storiche di cui rifiuta la dimensione utopica e misticheggiante.

La mostra è corredata da un catalogo bilingue edito da Silvana Editoriale con testi critici di Giorgio Bonomi Claudio Cerritelli, Marco Meneguzzo, Alberto Rigoni, Franco Sborgi , Sandra Solimano e apparati iconografici e biobibliografici