Dove: Museo d’arte contemporanea Villa Croce
Quando: 7 luglio – 26 settembre 2010
Comitato scientifico: Tiziana Casapietra, Viana Conti, Leo Lecci, Pietro Millefiore, Sandro Ricaldone, Sandra Solimano
Inaugurazione: 6 luglio

APPROFONDIMENTO

MC² – Museum’s collections # 2. Tema e variazioni nelle collezioni del museo inaugurerà al museo di Villa Croce il prossimo 6 luglio proponendosi come secondo step, dopo la mostra del 2001 dedicata alle collezioni d’arte genovese e ligure, ma primo episodio del progetto La punta dell’Iceberg. Nuove acquisizioni per le collezioni del Museo, pensato quale appuntamento annuale di approfondimento sulle raccolte patrimoniali.
Alla base dell’esposizione c’è la volontà di “far emergere il sommerso”, puntando decisamente su lavori inediti – o quasi – per le sale del museo, con l’obiettivo di dare visibilità e promuovere la conoscenza delle opere della collezione permanente, che documentano l’attività di promozione della ricerca artistica emergente che il museo ha svolto e svolge in questi anni.
Il comune denominatore delle opere esposte è, paradossalmente, la pluralità dei linguaggi, intesi, per citare von Humboldt, come molteplici modi in cui innumerevoli popoli (artisti) risolvono il medesimo compito che è loro assegnato in quanto uomini (artisti), quello di creare linguaggio.

Artisti in mostra: Maria Rebecca Ballestra/ Cesare Bignotti/ Andrea Botto/Stefano Buro/Monica Carocci/Guido Castagnoli/Silvia Cini/Plamen Dejanoff/ Roberto De Luca/ Cesar Domela/ Lucio Fontana/ Mauro Ghiglione/ Paolo Ghilardi/ Florence Henri/ Osvaldo Licini/ Richard Paul Lohse/ Churchill Madikida/ Piero Manzoni/Armando Marocco/Christian Megert/Chantal Michel/ Fabio Niccolini/Massimo Palazzi /Giovanni Rizzoli/ Claudio Ruggieri alias Pintapiuma/ Suite-case/ Grazia Varisco