APPELLO PER IL MUSEO D’ARTE CONTEMPORANEA VILLA CROCE

 

Il Museo d’Arte Contemporanea Villa Croce, aperto nel 1985,  opera da 5 anni grazie ad un innovativo ed unico modello di gestione pubblico-privato, nato dalla collaborazione tra il Comune di Genova, Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura e un gruppo di privati interessati a supportare una programmazione artistica internazionale e a valorizzare il ruolo del museo nel panorama culturale italiano.

Purtroppo questo modello, che ha permesso di mantenere in vita il museo in questi anni, é arrivato al capolinea.

Il programma 2018 – http://www.villacroce.org/wp/wp-content/uploads/2018/01/cartella-stampa-Villa-Croce-28-dicembre.pdf– è fermo per la mancanza di direttive chiare riguardo alla governance, nonostante il successo della prima mostra.
Questa, la situazione attuale:
* viene ostacolato il programma del curatore Carlo Antonelli, vincitore del pubblico bando internazionale nel 2017.

* sono stati rimossi tutti i dipendenti comunali, lasciando il museo in mano ad una gestione esclusivamente privata.

* sono stati drasticamente ridotti i servizi museali (vedi biblioteca).
Questo sta arrecando un danno enorme alla credibilità del museo, costruita negli anni anche grazie alle competenze dell’allora curatrice Ilaria Bonacossa, vincitrice del primo bando pubblico.

Permanendo questa situazione, l’associazione Amixi di Villa Croce, main sponsor del museo, sarà impossibilitata a proseguire nel sostegno degli eventi espositivi previsti nel corso del 2018.
Chiediamo al mondo dell’arte contemporanea di affiancarci nell’esprimere la preoccupazione per il futuro del Museo di Villa Croce e di quello della cultura a Genova, perché la nostra città non rinunci ad una realtà di eccellenza, unica nel suo genere.

Il nostro obiettivo è che Villa Croce continui a mantenere il suo ruolo di riferimento pubblico per l’arte contemporanea in Italia ed è per questo motivo che Vi preghiamo di voler sottoscrivere la presente lettera

Gli AmiXi di Villa Croce

 

Sottoscrivono l’appello:

Lorenzo Balbi, direttore artistico MAMbo Museo d’Arte Moderna di Bologna
Diana Baldon, direttrice Fondazione Fotografia Modena
Silvia Barisione curatrice The Wolfsonian-Florida International University, Miami
Ute Meta Bauer, fondatrice e direttrice NTU Centre for Contemporary Art, Singapore
Lorenzo Benedetti, curatore Kunstmuseum St. Gallen
Stefano Boeri, presidente Triennale di Milano
Francesco Bonami, presidente onorario Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino
Sarah Cosulich, direttrice artistica La Quadriennale di Roma
Vincenzo De Bellis, curatore Walker Art Center, Minneapolis
Francesco Garutti. CCA, Canadian Center of Architecture, Toronto
Lorenzo Giusti, direttore GAMEC, Galleria arte Monderna e Contemporanea, Bergamo
Emanuele Guidi, direttore artistico ar/ge kunst, Bolzano
Hou Hanru, direttore artistico MAXXI, Roma
Samuel Keller, direttore Fondation Beyeler, Basilea
Andrea Lissoni, Senior Curator International Art (Film), Tate Modern, Londra
Luca Lo Pinto, curatore Kunsthalle Wien, Vienna
Matteo Lucchetti, curatore BAK, basis voor actuele kunst, Utrecht
Èric Mangion, direttore Villa Arson, Nizza
Beatrice Merz, presidente Fondazione Merz, Torino
Clemént Minghetti, curatore MUDAM Musée d’art Moderne du Luxembourg
Hans Ulrich Obrist, direttore artistico Serpentine Galleries, Londra
Chiara Parisi, curatrice Villa Medici-Accademia di Francia, Roma
Bartolomeo Pietromarchi, direttore MAXXI Arte, Roma
Letizia Ragaglia, direttrice Museion, Museo d’arte contemporanea di Bolzano
Cristiano Raimondi, curatore Nouveau Museé National de Monaco, Montecarlo
Iolanda Ratti, conservatrice Museo del Novecento, Milano
Christiane Redake, direttrice artistica Kunst Meran Merano Arte, Merano
Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, presidente Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino
Marco Scotini, direttore artistico FMCCA, Centro per l’Arte Contemporanea, Milano
Vicente Todolí, direttore artistico Pirelli HangarBicocca, Milano
Mirjam Varadinis, curatrice Kunsthaus Zurigo; co-curatriceManifesta 2018, Palermo
Marianna Vecellio, curatrice Castello di Rivoli Museo d’arte Contemporanea, Torino
Angela Vettese, direttrice Corso di Laurea in Arti Visive e Moda, IUAV, Venezia
Andrea Viliani, direttore MADRE, Museo d’arte contemporanea donnaregina, Napoli

 

Martina Angelotti, direttrice artistica Careof, Milano
Gianni e Grazia Bolongaro. La Marrana arte ambientale, Montemarcello, La Spezia
Maurizio Bortolotti, curatore indipendente, Brescia/Milano
Fondazione Carriero, Milano
Giuseppe Casarotto, presidente Amici Gamec Bergamo
Barbara Casavecchia, critica e curatrice, Milano
Luca Cerizza, critico e curatore Centro di Ricerca Castello di Rivoli (CRRI), Torino
Giacinto Di Pietrantonio, critico e curatore, Accademia di Brera, Milano
Valentina Gensini, direttore Le Murate PAC | PAC Progetti Arte Contemporanea di Firenze
Giovanni Giuliani, presidente Fondazione Giuliani, Roma
Joan Jonas, artista, New York
Maria Fabiana Marenghi Vaselli Bond, fondatriceFondazione Memmo, Roma
Simone Menegoi, critico e curatore, Milano/Verona
Maurizio Morra Greco, presidente Fondazione Morra Greco, Avellino
Antoni Muntadas, artista, New York
Barbara Negro Noero, presidente Amici dellaPinacoteca Agnelli
Paola Nicolin, editor at large, Domus, Milano
Chiara Oliveri Bertola, responsabile organizzazione mostre e collezioni, Castello diRivoli Museo d’arte Contemporanea, Torino.
Alessandro Rabottini, direttore miart, Milano
Pierluigi e Natalina Remotti, Fondazione Remotti, Camogli, Genova
Gianluigi Ricuperati, scrittore, saggista e curatore, Torino
Bruna Roccasalva, direttrice Fondazione Furla, Milano
Giulio Sangiuliano, curatore collezione, Fondazione Prada, Milano
Tomás Saraceno, artista, Berlino
Gabi Scardi, curatrice, Milano
Arturo Schwartz, storico dell’arte e curatore, Milano
Stefano e Raffaella Sciarretta. Nomas Foundation, Roma
Elena Tettamanti e gli amici della Triennale, Milano
Mario Verdun di Cantogno, presidente Amici Fondazione Torino Musei, Torino
Matteo e Bruna Viglietta, presidenti Collezione La Gaia, Busca, Cuneo