Dove: Museo di Arte Contemporanea di Villa Croce
Quando: 30 novembre 2007 – 10 febbraio 2008
Inaugurazione: 29 novembre 2007 – ore 18.00
In collaborazione con Haus der Kunst, Munich e Van Abbemuseum, Eindhoven
Concept della mostra di Stephanie Rosenthal e Eva Meyer-Hermann
Orario: martedì-venerdì 9.00/18.30; sabato e domenica 10.00/18.30;
Chiuso il lunedì
Tel.: 010 585772 – 010 580069
Fax: 10 532482

APPROFONDIMENTO

La mostra “Allan Kaprow_Arte come Vita” è la prima grande rassegna dedicata all’artista, uno dei protagonisti della ricerca artistica del ‘900, dopo la sua morte, avvenuta nella primavera 2006.

Curata congiuntamente dall’Haus der Kunst di Monaco e Van Abbemuseum di Eindhoven, sotto l’egida del Kaprow Estate, unica istituzione autorizzata a promuovere e a esporre il lavoro del Maestro, prevede altre 2 sedi europee, Berna e Genova, prima del trasferimento negli USA, a Los Angeles, da cui prenderà le mosse un tour extra-europeo.

Si tratta dunque di un’iniziativa di rilevanza internazionale cui Genova partecipa in virtù di contatti diretti del Museo d’Arte Contemporanea di Villa Croce con l’Haus der Kunst e dei rapporti intercorsi con l’artista e la sua famiglia in occasione del Workshop di una settimana “Just doing”, tenuto da Allan Kaprow al museo nel 1998, di cui si conserva documentazione video e fotografica che sarà esposta nell’occasione.

La mostra espone opere inedite dell’artista (10 tra dipinti e collages di grandi dimensioni) realizzate negli anni ’40 e ’50, prima che Kaprow inventasse con l’Happening una nuova forma di espressione artistica, destinata a segnare il percorso dell’arte contemporanea. _ Accanto a queste opere, alcune delle quali recentemente acquisite da grandi musei europei come il Centre Pompidou di Parigi, saranno esposti per la prima volta i documenti dell’archivio Kaprow, scritti, registrazioni audio, video, acquisiti dal Getty Research Institute, Los Angeles, California.

Secondo la volontà dell’artista, la mostra dedica ampio spazio alla “reinvenzione” di Happening e Environment che, con la regia dell’artista fluxus Geoffrey Hendricks e la collaborazione di docenti tra cui Franco Sborgi e Cesare Viel, coinvolgerà soprattutto gli studenti dell’Accademia di Belle Arti e dell’Università di Genova e, in una dimensione più allargata, studenti dei licei artistici, scolaresche, pubblico adulto, invitati a intervenire sulle installazioni modificandole. _ Egualmente Caterina Gualco curerà l’allestimento di Words nella sua galleria UnimediaModern sollecitando l’intervento attivo di artisti, collezionisti, pubblico.

Questa sezione della mostra, documentata in tempo reale sul sito www.kaprow.org sarà realizzata, oltre che negli spazi del museo, in altri luoghi cittadini, pubblici e privati, tra cui Accademia Ligustica di Belle Arti, Facoltà di Architettura, Loggia della Mercanzia di Piazza Banchi e Galleria UnimediaModern.

In mostra saranno inoltre a disposizione del pubblico partiture semplificate degli happening, istruzioni per una reinterpretazione autonoma e personale dell’happening originale, la cui documentazione foto o video potrà essere poi inviata al museo artaslifegenova@gmail.com.

Una selezione di questo materiale sarà esposta al museo e inserita sul sito www.kaprow.org.

Si ringrazia Kaprow Estate; Getty Research Institute, Los Angeles, California