Dove: Museo d’arte contemporanea Villa Croce
Quando: 16 dicembre – 27 dicembre 2015
Private view martedì 15 dicembre ore 19.00

 

Un progetto speciale di Serena Vestrucci
Curato e prodotto da THEVIEW

Quanto lavora un artista? Che tipo di meccanica produttiva si nasconde dietro la genesi di un’opera? Qual è il tempo in cui accade – ha luogo – l’incontro tra opera e spettatore? 8 ORE è una collezione di 64 disegni doppi di Serena Vestrucci in dialogo con un saggio breve di Francesco Garutti, raccolti in un’edizione prodotta da THEVIEW.
Tutti i 64 disegni hanno come soggetto il cibo: frutta, verdura, piccoli piatti e ingredienti per la cucina. Ogni natura morta – campionatura attenta ed eterogena di materiali e colori – è disegnata a matita su due fogli di carta leggera. “Ho sempre disegnato utilizzando la mano destra. Se disegno per quattro ore con la mano destra, lavoro quattro ore. Ma se la mano destra disegna su un foglio per quattro ore e la mano sinistra disegna su un altro foglio per altre quattro ore, io lavoro il doppio”.

8 ORE mescola intenzionalmente il tono quasi elegiaco dei piccoli disegni – domestici e sofisticati, semplici e pittorici –, con la costruzione di un racconto leggero sulla metamorfosi economica dell’artista come lavoratore. Tra le figure della stanchezza e del riposo e il tempo vuoto dell’arte, il catalogo di disegni di Serena Vestrucci esplora il rapporto tra la produzione dell’opera e l’impossibilità di controllo dei processi della sua costruzione. Libro senza pieghe, raccolta di ritratti, inventario di figure quasi-doppie, 8 ORE è un’opera da sfogliare immersi nel tempo rubato proprio della lettura, un catalogo da osservare alternando mano sinistra-e-destra senza regola, componendo e ricomponendo la durata del proprio sguardo.

8 ORE, presentata a Villa Croce insieme a un’opera scultorea ispirata alla serie dei disegni, continua la riflessione sottile di Serena Vestrucci sulla forma e sulla natura del tempo.

Francesco Garutti, novembre 2015

Il lavoro di Serena Vestrucci, presentato dalla Galleria FuoriCampo, è stato selezionato da Ilaria Bonacossa direttore artistico del Museo Villa Croce di Genova in occasione di ArtVerona 2014, nell’ambito del progetto Level Zero, a cui hanno aderito dieci tra i più importanti musei d’arte contemporanea italiani.