Parco+

Un parco urbano per Villa Croce

workshop di progettazione 22-26 settembre

 

organizzazione

I2a – Istituto Internazionale d’architettura di Vico Morcote, Svizzera

Ordine degli Architetti di Genova

Museo d’arte contemporanea di Villa Croce

 

E’ quanto mai frequente trovare all’interno di ville storiche la sede di importanti Istituzioni culturali ed è al contempo raro trovare una corrispondenza adeguata tra le attività che si svolgono all’interno di queste e lo stato degli spazi verdi circostanti. Tali spazi, che nella maggior parte dei casi corrispondono a dei veri e propri parchi, dopo anni di trascuratezza ed abbandono stanno tornando al centro dell’attenzione pubblica manifestando sia diverse problematiche sia potenzialità inespresse.

Tuttavia, la loro riqualificazione risulta essere un tema quanto mai complesso, soprattutto per la difficoltà nel comprendere quali trasformazioni debbano e possano concretamente sostenere per tornare ad essere luoghi effettivamente usati dalla collettività ed integrati sia con le attività svolte negli edifici pubblici che contengono, sia rispetto al tessuto urbano attiguo.

Tra questi, il Parco di Villa Croce rappresenta un caso studio ideale: l’insieme, un tempo affacciato sul mare, è oggi situato in una posizione strategica dal punto di vista urbano al punto tale che, attraverso la risoluzione di alcuni aspetti relativi all’accessibilità, alla gestione, ed ai servizi offerti, potrebbe aumentare la propria riconoscibilità e valenza collettiva.

Ad ipotizzare alcune soluzioni ci penseranno un gruppo di giovani architetti* che, coordinati da Alessandro Martinelli, Riccardo Miselli e Margherita del Grosso, lavoreranno nell’atelier didattico della villa per un’intera settimana.

Venerdì 26 settembre, alle ore 16.30, gli stessi architetti presenteranno e discuteranno i lavori alla presenza di Ilaria Bonacossa (curatrice Villa Croce), Natale Raineri (Presidente Ordine Architetti), Ludovica Molo (direttrice i2a), Rossella Ferorelli (Small) e altri tra istituzioni e cittadini.

Questa iniziativa è parte della serie Parco+, il cui primo workshop, svoltosi a febbraio 2014 – si è occupato del parco di Villa Sucota, attuale sede della Fondazione Antonio Ratti, ente all’eccellenza nel campo del tessile e dell’arte contemporanea, inserita all’interno di un corridoio ecologico-culturale che unisce le città di Como e Cernobbio.

Ad arricchire l’iniziativa una serie di conferenze con temi legati ad arte, architettura e paesaggio, con numerosi ospiti tra cui Valter Scelsi (Scuola Politecnica di Genova), Francesco Garofalo (Openfabbric, Rotterdam), Alberto Gianfreda (Accademia di Brera), Stefano larotonda (USI-Mendrisio), il collettivo ICAR65, Luca Bochicchio (Ph.D, storico dell’arte contemporanea e curatore), Splace (Genova), Luca Depietri (Pro-Helvetia, Locarno), Paolo Basso (D’Appolonia, Genova), Anna Martinelli (Italfim, Bergamo)

 

*Marta Ajmar Giarda, Viviana Baroni, Diego Bozzo, Fabio Buzzi, Giuseppe Carmosino, Adriano Cirigliano, Giulia Finazzi, Francesco Forni, Violetta Gambino, Chiara Mondin, Raffaella Parodi, Alessio Rossi.

Screen shot 2014-09-17 at 11.02.06 AM