Dove: Museo d’arte contemporanea Villa Croce

Quando: giovedì 12 maggio ore 18.00

Presentazione della pubblicazione Luca Piola: Passengers, 2016

Ilaria Bonacossa in conversazione con l’artista, Adriana Polveroni e Natalina Remotti

Luca Piola genovese di nascita ma newyorkese d’adozione concepisce e sviluppa il progetto fotografico Passengers negli Stati Uniti. Attraverso le sue fotografie, l’artista indaga il rapporto tra l’uomo e alcuni spazi peculiari, esplorando la relazione invisibile che s’intesse tra l’uomo e questi “Spazi-Soglia” capaci di trasportare chi vi entra in una realtà differente, fisica e mentale, facendolo scivolare verso diversi percorsi interiori. Il Museo è uno degli “Spazi-Soglia” preferiti dell’artista: un luogo diverso e separato dal mondo esterno.

“Quando si entra in un museo si entra in un’altra realtà, in un’altra dimensione di quella realtà che è la propria vita. Quando attraversi le porte del museo ogni cosa fuori diventa lontana, quasi scompare. Mi interessa cosa le persone sentono e percepiscono in questo spazio. Entrano in un museo ed è come se salissero su di un treno, diventano passeggeri, “Passengers”, di un viaggio verso altri luoghi della mente. Li racconto in questo liquido fluire; raccolgo tracce di viaggi mentali in mezzo a brandelli di memorie”.

Nelle parole di Adriana Polveroni: “[…] le immagini di Piola sono attraversate dal silenzio. Il visitatore è solo davanti l’opera. Il suo sguardo non è accompagnato da nessuna voce. Non riusciamo neanche ad immaginare una comunicazione con un eventuale altro. E spesso non è ritratto neanche davanti un’opera, ma intuiamo che la incontra, in quel percorso libero cui abbiamo accennato poco fa, e dove l’opera appare come un’epifania. Qui sta il “miracolo dell’arte”. Lo stupore, un’esperienza inaspettata, forse anche smarrimento di fronte tale epifania. Ma in ogni caso quelle immagini ci parlano di un momento autentico, di una sospensione del rumore del mondo che troppo spesso fa da corredo alla visita al museo. E dove, quindi, può accadere qualcosa: l’incontro con l’opera e, da qui, l’articolazione del senso”

Passengers  prodotto in collaborazione con blisterZine, è realizzato a mano in n°100 copie firmate e numerate e con foto originali attaccate all’interno con un testo critico di Adriana Polveroni.

 

Passengers Luca Piola

-Libro d’artista in edizione limitata con stampe originali, presentato in una custodia di plexiglass

-Edizione di 100 copie
-Numerato e firmato da Luca Piola
-24 fotografie fine Art Glicée su Moab Entrada Rag Bright 190 g/m2 stampate con l’artista
-Misura stampe 15,8 x 11 cm.
-Aprile 2016
-Saggio di Adriana Polveroni

-IItaliano / Inglese
-Cartonato
-20 x 26 cm.
-56 pagine
-Fedrigoni Splendorgel E.W. 190 g/m2 -Concept & Design Luca Piola & blisterZine

 

Luca Piola ha esposto i suoi lavori in diverse mostre tra cui Palazzo dell’Arengario Milano, Galleria San Ludovico Parma, Castello Sforzesco Milano, Palazzo Pigorini Parma, Galleria Grazia Neri Milano, Galleria PWPL Long Island, West Chelsea Artists Open Studios New York.