Dove: Museo arte contemporanea Villa Croce

Quando: mercoledì 20 maggio ore 17.00

Di Paola Albini
con Enrico Ballardini
Musiche dal vivo di Alessandro Nidi

Il coraggio del proprio tempo “Uomini e Valori del Movimento Moderno”

Uno spettacolo sulla nascita dell’architettura moderna, la vita degli uomini che hanno lottato per fondare un Movimento di riscatto sociale.

Concepito, scritto e diretto da Paola Albini, è il racconto dei valori insiti nel Movimento Moderno e all’origine del Design.
Filo conduttore è “La Gibigianna” di Maria Brandon Albini (sorella di Franco), che restituisce una panoramica sull’Italia fra le due guerre e sugli intellettuali del tempo, assieme agli scritti di Albini, Pagano, Persico, BBPR, Ponti, Palanti, Gardella, Giolli e molti altri: lettere, articoli e pubblicazioni reperite dai diversi archivi si affiancano a video e fotografie d’epoca.
È la storia del Razionalismo in Italia, del ruolo centrale della città di Milano e di quegli uomini e donne che hanno lottato, pagando a volte con la loro stessa vita, compiendo scelte di autonomia e di libertà.
Recitata da Enrico Ballardini, la parola si intreccia alla canzone: Gaber, Jannacci, Strehler, Silvestri, Turchi e De André e musiche eseguite e composte ad hoc dal Maestro Alessandro Nidi (che ha collaborato con artisti del calibro di Jannacci, Gazzè, Elio e le storie tese, Battiato e molti altri).

«Perché Fondazione Franco Albini ha deciso di appoggiare uno spettacolo teatrale sull’architettura?
Perché come sosteneva Giuseppe Pagano: “…è l’architettura il documento assoluto della grandezza e della miseria dei popoli. … è il notaio della storia, è un atto di fede e di coraggio”.
Quando otto anni fa mi sono imbattuta nei documenti alla base dello spettacolo, sono rimasta colpita prima di tutto dai valori sottesi alle Opere e ho sentito il bisogno di condividerli.
In particolare me ne tornava in mente uno: “il Coraggio”!
Inteso come la forza di prendere una posizione, di lasciare il proprio segno nel mondo e di dare il proprio contributo. Da parte di ognuno a proprio modo.
L’esempio di questi uomini li rende dei Maestri di “metodo” ma anche di vita.
Oggi come ieri».

Paola Albini