27-28-29 giugno 2017
Villa Croce | Auditorium Teatro Carlo Felice
ingresso libero

Tre giorni di danza dal vivo e videodanza, fra sperimentazione e ricerca. Un percorso che parte dal corpo e dalla sua forza espressiva per declinarsi secondo linguaggi e formati differenti, in costante dialogo con lo spettatore. Nelle atmosfere del Museo Villa Croce, tra spazi interni ed esterni, due serate di danza contemporanea attraverso cui conoscere la trasversalità e le visioni che animano tre spettacoli nazionali e due liguri. In parallelo, il contest Stories We Dance, che approccia la videodanza da un’eterogenea prospettiva internazionale, presenta dodici film in concorso con serata finale all’Auditorium del Teatro Carlo Felice e ventidue film fuori concorso, oltre a un importante focus sull’esperienza e i film di Campo Largo, un progetto di Coorpi vincitore nel 2016 del bando ORA! promosso daCompagnia di San Paolo.

FuoriFormatogiunto alla seconda edizione, è organizzato da Comune di Genova – Genoa Municipality in collaborazione con Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura e Museo d’arte contemporanea Villa Croce. La sezione di spettacoli dal vivo è curata da Teatro Akropolis e Danzacontempoligure, il contest di videodanza Stories We Dance è curato da Augenblick.

Martedì 27 giugno

Dalle ore 17.30 | Villa Croce | Stories We Dance

Proiezione dei film Out of Competition

ore 17.30 | sessione IN / TEXT
Brief Candle, Duncan McDowall, Canada 2014, 6’ 17’’ | Ceci n’est pas Magritte, Ivan Skorik, Russia 2016, 5’ 54’’ | Crocevia, Salvatore Insana, Italia 2017, 8’ 20’’ | Electric Self, Alessandro Amaducci, Italia 2016, 4’ 12’’ | Exquisite Corps, Mitchell Rose, USA 2016, 5’ 49’’ | GIF ME, Natalia Wilk, Germania 2017, 3’ 15’’ | Indiscernable(s), Sarah Kuntz, Francia 2017, 8’ 33’’ | La Ruta Natural, Goga Riveros e Irvin Castro, Cile 2016, 5’ 09’’ | Lex Choro Invisibilis, Elisabetta Vittoni, Italia 2017, 6’ 35’’.

ore 18.45 | sessione IN / BETWEEN
Carriage return, Fenia Kotsopoulou e Daz Disley, Regno Unito 2017, 1′ | DIH. BREATH, Luca Quaia, Italia 2016, 1′ 05” | Imanência, Breno César, Brasile 2017, 9′ 16” | I want, Aliki Chiotaki, Grecia 2014, 4′ 59” | Martiality, not fighting, Marianne Kim e Cheng-Chieh Yu, Cina 2014, 10′ 15” | Meragesh, Hani Andary, Netherlands 2016, 4′ | Please, Angela Calia, Italia 2016, 1′ 10” | Seres, Mariana Palacios Izaguirre, Svezia 2016, 13′ 51” | Six Solos, Simon Fildes, Regno Unito / Hong Kong 2016, 6′ 30” | Tournures,Sebastien De Buyl, Belgio 2017, 7′ 45”.

ore 21.00 | sessione IN / SIDE
(in contemporanea con le performance dal vivo)
Contiguity, Vilma Tihilä e Sami Hokkanen, Finlandia 2016, 9′ 50” | Digue du Break, Charles Compagnie e Bénédicte Alloing, Francia 2014, 26′ | unlikely piece, Vika Kleiman e Ariadna Pujol, Spagna 2016, 23′ 18”.

Dalle ore 21.00 | Villa Croce | Spettacoli

DEHORS/AUDELA
Planimetrie (25′), Roma
ore 21.00 e 22.30
Un’indagine a tre livelli sul rapporto tra spazio, corpo e memoria, tra danza e architettura.
di e con Salvatore Insana, Elisa Turco Liveri, Giulia Vismara
musica e sound design: G. Vismara | immagini, luci, video: S. Insana | voce: Roberto Giannini | produzione: DEHORS/AUDELA | con il sostegno di Anghiari Dance Hub, ACS Abruzzo Circuito Spettacolo, Armunia, Spazio K, FabbricaEuropa, Verdecoprente Re.Te. e Florian Meta-Teatro

Filippo Bandiera/DEOS
S.O.S – Segnali interiori (15′), Genova
ore 21.35
Un lavoro sull’identità e il suo continuo squilibrio. Ispirato a Il rinoceronte di Ionesco.
di e con Filippo Bandiera
Produzione DEOS//Giovanni Di Cicco

Kosieradzka/Fontana
I dubbi e le riflessioni di Eva (15′), Varsavia/Genova
ore 22.00
Possiamo cantare e celebrare la bellezza essendo consapevoli dell’insita malvagità della stessa?
di e con Marta Kosieradzka
musica originale Adriano Fontana

Mercoledì 28 giugno

Dalle ore 16.30 | Villa Croce | Stories We Dance

Proiezione dei film Out of Competition

ore 16.30 | sessione IN / SIDE (replica)

ore 18.00 | Talk aperto
Presentazione del contest Stories We Dance. Intervengono i giurati Christian Sigurd Evers, Francesca Cinalli, Jacopo Favi, Perla Sardella;Cristiana Candellero di Associazione Coorpi (Torino); Emilia Marasco e i membri di Officina Letteraria (Genova); alcuni autori dei film presenti.

ore 19.00 | Focus CAMPO LARGO
Proiezione dei sei film del progetto italiano in collaborazione con Associazione Coorpi
Coreografia per un luogo impossibile, Rajan Craveri e Serena Zanconato – Micron, Italia 2016, 4′ 26” | Die Brücke, Ilaria Quaglia, Gabriele Ottino, Leana Cagnotto e Gabriele Daccardi, Italia 2016, 5′ 37” | Le regole del caso, Simona Lisi, Italia 2016, 5′ 14” | Save, Davide Calvaresi, Italia 2017, 6′ 34” | Urban Orkestra, Vittorio Campanella e Emanuele Piras, Italia 2016, 5′ 45” | Wait, Francesco Trombetti, Italia 2016, 4′ 57”.

ore 21.00 | sessione IN / BETWEEN
(replica, in contemporanea con le performance dal vivo)

Dalle ore 21.00 | Villa Croce | Spettacoli

Paola Bianchi
S.O.N. (20′), Rimini
ore 21 e 22
Il lavoro coreografico si sviluppa all’interno del corpo, delle fasce muscolari, della postura scheletrica.
coreografia e danza: Paola Bianchi | musica: Fabio Barovero | elaborazione suono: Fabio Barovero, Paola Bianchi | grazie a Ivan Fantini | produzione FC@PIN.D’OC | in collaborazione con AGAR | con il contributo di Mibact e Regione Sicilia

gruppo nanou
Sport (20′), Ravenna
ore 21.30 e 22.30
In scena un’atleta, colta nell’intimità dei preparativi per l’esecuzione dell’elemento ginnico, per esporre un corpo nella sua fragilità e diametralmente opposta forza.
coreografia: Marco Valerio Amico, Rhuena Bracci | con Rhuena Bracci | suono: Roberto Rettura | prodotto da: L’Officina-atelier marseillais de production (Marsiglia, Francia) | Co-prodotto da: L’animal a l’esquena e Cra’p (Spagna), Indisciplinarte (Italia), El Tea- tro (Tunisia), Haraka (Egitto)

Giovedì 29 giugno

Dalle ore 17.30 | Villa Croce | Stories We Dance

Proiezione dei film Out of Competition

ore 17.30 | sessione IN / TEXT (replica)

Dalle ore 21.00 | Auditorium Teatro Carlo Felice | Stories We Dance

Proiezione dei film finalisti del contest e proclamazione dei vincitori

ore 21.00 | Sezione Competition

Abismo, Pablo Diconca, Canada 2016, 8’12” | Body Language Zone, Kim Saarinen, Finlandia 2015, 10’15” | Cargo, Jasmine Ellis, Germania 2017, 3’44” | Dominio, Patricio Soto-Aguilar, Cile 2015, 6’16” | Gone, Helena Jonsdottir e Vera Wonder Sölvadóttir, Islanda 2015, 15’58” | Home Alone,Adi Halfin, Israele 2014, 2′ | Jamais Vu, Kim Modeun, Corea del Sud 2017, 7’35” | Pilgrimage, Marlene Millar, Canada 2017, 10’15” | Rolling Frames, Katie Garrett e Anna-Lise Marie Hearn, Regno Unito 2014, 3’03” | Tarikat,Jasmijn Schrofer, Olanda 2015, 16’52” | Vanishing Points, Marites Carino, Canada 2016, 6′ | We no longer wait for the barbarians, Alain El Sakhawi, Italia 2016, 8’21”.

I luoghi di FuoriFormato:

Villa Croce > Via Jacopo Ruffini, 3
Auditorium Teatro Carlo Felice > Passo Eugenio Montale, 4

Per informazioni:
Ufficio Cultura e Città, Comune di Genova – Tel. 010 5573968
Teatro Akropolis – Cell. 329 1639577
Fb: FuoriFormato – Festival Internazionale di danza,…
info@teatroakropolis.com