Dove: Museo di Arte Contemporanea di Villa Croce
Quando: 13/14/15 settembre 2013
Inaugurazione: venerdì 13 settembre 2013, ore 18.00

APPROFONDIMENTO

Free.Q é un Festival che si terrà il 13\14\15 Settembre a Genova negli spazi esterni ed interni del Museo di Arte Contemporanea di Villa Croce.

L’idea della manifestazione nasce dallo scambio di visioni, esperienze e modalità d’azione tra persone che hanno scelto di relazionarsi con il mondo dell’ascolto e della radio come mezzo simbolico della veicolazione di segnali. Il confronto prende le mosse dalla natura stessa delle frequenze radio, nella loro accezione molecolare, come strumenti invisibili, ma capaci di trasportare un numero infinito di segni.

Free.Q è un incontro tra le persone che vi prendono parte, in molti casi con opere e contributi ideati appositamente per l’occasione, con l’intento di riflettere ed entrare nella dimensione dell’ascolto assieme al pubblico: lo spazio uditivo inteso come generatore di infinite possibilità, le onde sonore come flusso e ricezione, una posizione neutra da cui possono nascere azioni significative e creative.
Il Festival si compone di momenti eterogenei per rispecchiare la ricchezza scoperta esplorando il mondo dell’audio: il programma comprende concerti, una tavola rotonda aperta al confronto sul tema ampio e inesauribile della ricezione uditiva e della potenzialità di veicolare segnali, cui interverranno artisti, giornalisti ed esperti, performance, installazioni sonore e un workshop ideato da Simona Barbera e Massimo Folci; il tutto è strutturato partendo dalla più semplice forma di trasmissione sonora: la voce.

Le azioni che si svolgeranno durante il festival saranno messe in onda dell’associazione culturale Disorderdrama in collaborazione con Modus in webstreaming, sulle frequenze di Radio Gazzarra.

Free.Q coinvolge attraverso una rete di collaborazioni e contributi numerose realtà sul territorio ligure legate alla cultura e alla formazione: l’Università degli Studi di Genova e il suo Polo Savonese, l’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova, l’Associazione DisorderDrama e Sala Dogana rendendo esplicito uno dei suoi obiettivi principali: essere un invito alla pratica della collaborazione tra i soggetti, all’autoeducazione, all’utilizzo collettivo dei mezzi.

In via eccezionale, durante le tre giornate del festival, al Piano Nobile del Museo sarà esposta una selezione di opere provenienti dalla collezione permanente d’arte astratta Maria Cernuschi Ghiringhelli. L’esclusivo allestimento sarà, inoltre, lo scenario della performance in programma sabato 14 alle ore 18.00, AscoltarTi ideata da Virginia Zanetti e Matteo Innocenti.

Free.Q è realizzato grazie al sostegno del Museo d’Arte Contemporanea di Villa Croce, della Fondazione per la Cultura di Palazzo Ducale di Genova, OCA – Office for Contemporary Art Norway e il Patrocinio del Comune di Genova e della Regione Liguria. Il festival ha ricevuto anche il supporto di sponsor privati quail sponsor privati quail Mobilia Stock House e Zi.El Service. Parte dei fondi necessari all’organizzazione del festival sono stati reperiti grazie alla piattaforma Produzioni dal Basso attraverso il crowdfunding: coerentemente con la sua natura basata sulla condivisone e il coinvolgimento diretto è stata utilizzata una forma di finanziamento collettivo attraverso una sottoscrizione popolare.

Si ringraziano per il prezioso contributo al progetto gruppo estraneo permanente [nopasswd], Gabriella Arrigoni, Gaia Polloni e Luisa Mazier.