Si inaugura al Museo di arte contemporanea di Villa Croce il prossimo 14 ottobre la mostra “Finestre Meridiane” di Stefano Arienti.

Il titolo richiama la natura stessa del progetto espositivo: le circa ottanta opere di Arienti, carte e intonaci dal formato invariato, nascono in stretta relazione con il sole e i suoi movimenti. Le Meridiane sono disegnate con la luce, alla finestra di casa o dello studio, con una tecnica affinata negli anni dall’artista e che lo vede tradurre direttamente, con il proprio corpo, le variazioni di luce attraverso il colore scelto di volta in volta. La mostra è altresì un’apertura sulla collezione del museo attraverso la selezione dalla raccolta delle opere conservate stabilmente a Villa Croce ricostruisce la storia della sua formazione nel corso di trent’anni, dalle primissime opere entrate a farne parte, come la grande tela di Enrico Paulucci o il corpus di foto di Cesar Domela e le tavole originali a fumetti di Hugo Pratt. Queste si intrecciano con i grandi nomi dell’astrattismo storico e delle ricerche percettiviste della collezione di Maria Cernuschi Ghiringhelli: Fontana, Licini, Munari, Reggiani, Soldati, vero cuore pulsante delle collezioni del museo.

La Sezione Didattica del Museo di Villa Croce propone 3 laboratori pensati per la scuola e direttamente legati al progetto espositivo di Arienti ispirate al pensiero dell’artista “ – le opere si dispongono con molta libertà, senza rispettare criteri museografici, ma favorendo il ritmo dell’attenzione e della scoperta – ”.

Il libro dei colori

( Scuola primaria, da realizzarsi presso lo spazio didattico del Museo di Villa Croce )

Dopo un percorso mirato in mostra ai partecipanti al laboratorio verrà proposta la ri-costruzione di un catalogo espositivo fatto di colori, forme e di immagini che più di altre sono rimaste impresse nella loro memoria. Ogni pagina sarà la rappresentazione empatica di quanto osservato nel percorso espositivo. Il risultato, una volta rilegato, sarà la memoria dell’esperienza da conservare in classe.

Esportazione – importazione

( Scuola media inferiore, da realizzarsi presso lo spazio didattico del Museo di Villa Croce )

Dopo la visita alla mostra agli studenti verrà proposto, nello spazio laboratorio, la possibilità di ricostruire una maquette di una delle stanze del museo “esportando” quanto visto e memorizzato per poi “importarlo” sulla carta attraverso il filtro della loro memoria e della loro fantasia.

Change Wall

(Scuola Primaria classi 3a,4a,5a e Scuola Media inferiore, da realizzarsi presso la Scuola)

Da sempre l’espressione artistica è promotrice di cambiamenti anche riferibili alla dimensione estetica, la proposta laboratoriale prevede che partendo dal progetto espositivo di Arienti venga realizzato su un foglio di grandi dimensioni un collage multi materico da installare su una porzione di parete nella classe o all’interno della scuola.

La finalità è quella di lasciare una traccia visibile di un intervento che possa essere da stimolo e richiamo alla funzione sociale dell’espressione artistica.

Per Info e prenotazioni:

Sezione Didattica del Museo di Villa Croce
Paolo Scacchetti , Elena Piazza tel: 010 580069 / 010 585772
e-mail: pscacchetti@comune.genova.it ; didatticavillacroce@comune.genova.it