L’attività didattica per le scuole è rivolta a scuole del primo e secondo ciclo di istruzione, dunque ad insegnanti e studenti di ogni ordine e grado.
Le attività sono presentate nella forma di laboratori tematici, talvolta composti da più moduli distinti. Per “modulo” si intende un’attività dalla durata definita, che può essere effettuata singolarmente oppure inserita in un contesto più ampio.
La proposta di laboratori modulari e modulabili è motivata dal desiderio di co-creazione: l’attività può essere, dunque, eseguita così come ideata, oppure calibrata e modificata nella durata e nel contenuto, per meglio assecondare le esigenze della classe.
La proposta didattica è dunque caratterizzata da una forte interdisciplinarietà: non solo  l’approccio all’arte  e alle tecniche artistiche, ma l’inserimento di questa in un più ampio contesto di formazione e costruzione della conoscenza.
Molta attenzione sarà posta alla qualità delle proposte, anche attraverso collaborazioni con esperti e professionisti nelle specifiche discipline, tecniche e campi interessati dalle attività.

 

I laboratori

La comprensione e la frequentazione delle espressioni artistiche contemporanee svolgono un ruolo fondamentale nei processi di apprendimento in termini di un efficace metodo di lettura della storia dei nostri giorni. Da più di vent’anni la Sezione Didattica del Museo di Villa Croce propone progetti, incontri, laboratori alle scuole di ogni ordine e grado. Le linee guida che determinano la struttura dei progetti sono basate su alcuni principi fondanti: la sinergia con la programmazione didattica, la co-progettazione con i docenti, la flessibilità nella logistica realizzativa.

La nostra “mission” è quella di trasmettere i concetti e i contenuti dell’arte contemporanea nell’intenzione di proporre il Museo di Villa Croce come spazio interdisciplinare di piacevole apprendimento.

Le proposte per l’anno scolastico 2017/2018 sono divise in 3 tipologie:

Progetto ad 1 incontro

Il laboratorio è realizzabile presso la Scuola o presso lo Spazio Didattico del Museo. La durata è di circa 2 ore.

Costi: 3€ / alunno

Progetti a 3 incontri

Sono previsti su 3 incontri programmabili nel corso dell’Anno scolastico da circa 2 ore ciascuno. Un incontro al Museo, uno a Scuola il terzo da definire in base al progetto.

Costi: 5€ / alunno comprensivi dei 3 incontri, eventuale costo del biglietto di ingresso al Museo, materiali specifici per i laboratori.

Progetti a più incontri

Sono previsti su una serie di incontri programmabili nel corso dell’Anno scolastico da circa 2 ore ciascuno. In parte a Scuola e alcuni (in base al progetto) presso il Museo.

Costi: variabili in base al numero di incontri progettati comprensivi di eventuale costo del biglietto di ingresso al Museo, materiali specifici per i laboratori, e una selezione di volumi omaggio tra le pubblicazioni prodotte dal Museo di Villa Croce destinati alla biblioteca di classe

VISITE GUIDATE ALLE MOSTRE TEMPORANEE

 Scuole di ogni ordine e grado. Durata 1.50 H
Attraverso il dialogo e la partecipazione attiva degli studenti, le visite evidenziano i fili conduttori all’interno del percorso espositivo e forniscono chiavi di lettura su i contenuti della mostraLe visite guidate al Museo di Villa Croce, curate dalla Sezione Didattica, vengono proposte alle scuole e prevedono a seconda del tipo di utenza vari livelli di approfondimento.

Nella scoperta dei linguaggi artistici contemporanei attraverso i protagonisti del nostro tempo

Realizzabile presso il Museo di Villa Croce

ARTE E SCUOLA

Scuola Elementare, classi: I – V       3 incontri ciascuno da 2 ore 30’

Il progetto “Arte e Scuola ” nasce dall’idea di voler rendere continua e progettuale la presenza della sezione Didattica del Museo di Villa Croce all’interno della scuola elementare prevedendo non un semplice incontro ma un percorso che per ogni anno scolastico ( dalla 1a alla 5a classe) accompagni i bambini in un viaggio alla scoperta consapevole dei vari aspetti proposti dalla lettura di un’opera di arte contemporanea.

I temi proposti per i diversi anni sono i seguenti

1 elementare – Le basi , la tecnica, il colore

2 elementare – La forma e la superficie

3 elementare – Lo spazio e la relazione

4 elementare – La riproduzione e la ricerca del Se

5 elementare – Gli artisti contemporanei e il nostro tempo

Realizzabile presso il Museo di Villa Croce oppure presso la Scuola

MY WAY

Scuola Elementare, (classi: IV; V); Scuola Media inferiore Scuola Media Superiore ( classi I,

Per la scuola elementare: 2 incontri da 2.50 h ciascuno

Per la scuola media 2 incontri (totale di 4 h)

Il laboratorio, proposto dal Museo di Arte contemporanea di Villa Croce, partendo dalla ricerca realizzata da alcuni artisti contemporanei sugli oggetti e sui percorsi suggerisce ai ragazzi una riflessione, sulle loro mappe mentali.

Gli incontri, dopo una parte teorica e un eventuale sopralluogo sul territorio,per la raccolta di oggetti significativi, prevedono la realizzazione di un elaborato legato alla rappresentazione dei percorsi e reso personale dalla modalità di ricostruzione della mappa non più con le sole le caratteristiche cartografiche ma rielaborata attraverso la sensibilità e la fantasia individuali

Realizzabile presso il Museo di Villa Croce oppure presso la Scuola

CON LE MANI

Scuola Elementare, classi: IV; V.    

Durata: 3 H

Dopo una breve introduzione teorica gli alunni saranno sollecitati a rappresentare le sagome delle loro mani prima in una modalità bidimensionale (disegnandole e colorandole su un foglio), trasformandole successivamente in una struttura tridimensionale ( ritagliandole e incollandole su un cartoncino di base) e come ultimo passaggio in una rappresentazione che utilizza le sagome ritagliate in una sorta di scultura atta a raffigurare una situazione reale ( la nascita di un fiore, un prato a primavera, una piazza affollata, una giornata di pioggia ecc.). Ne deriverà una riflessione sulla possibilità di usare diversi linguaggi (grafici, cromatici, plastici,) per rappresentare lo stesso soggetto. Dal disegno alla performance. L’eterogeneità dei linguaggi artistici che diventano comunicazione

Realizzabile presso il Museo di Villa Croce oppure presso la Scuola

CONTEMPORANEAMENTE BUONO

Scuola Elementare, classi: III, IV,V; Scuola Media inferiore

3 INCONTRI DA 2.5 H

L’arte, ha sempre avuto come elemento imprescindibile di riferimento , la storia dell’uomo e del suo vivere quotidiano. Gli artisti hanno considerato il cibo e il suo consumo, oltre che in termini di rappresentazione soprattutto come elemento di relazione tra i soggetti

Il percorso proposto per questo work shop intende esplorare la parte terminale di questa “linea del tempo” cercando di raccontare come gli artisti contemporanei abbiano trasformato il pranzo o la cena in forma di comunicazione.

Dalla Poesia Visiva di Corrado d’Ottavi e la sua critica massmediologica su cosa e come mangiamo, ai menù palindromi di Daniel Spoerri e della sua Eat Ert, per arrivare ai banchetti/performance di Vanessa Beecroft.Il progetto propone di costruite un “ vero” ristorante inventando o reinterpretando, con materiali diversi le varie portate del pranzo. Lavorando su piatti di carta o fotocopie degli stessi i partecipanti al laboratorio definiranno un menù da presentare ai loro ospiti.

Realizzabile presso il Museo di Villa Croce oppure presso la Scuola

CHI CERCA TROVA E POI….SCATTA

Scuola Media inferiore; Scuola Media Superiore

5 H

Il progetto intende mettere in evidenza le opere di arte contemporanea presenti in città e proporre , con la formula della caccia al tesoro la possibilità di scoprire e comprendere i lavori degli artisti contemporanei presenti sul territorio cittadino.

Le opere dovranno essere trovate, identificate e poi… fotografate

Successivamente la classe costruirà un proprio percorso espositivo per immagini completando l’esperienza con una serie di considerazioni e commenti alle opere. Le finalità didattiche dell’esperienza mirano ad arricchire la cultura e la sensibilità nei confronti dell’opera di arte contemporanea e a comprendere il significato di nuove forme di espressione creativa, in termini di materiali e linguaggi artistici, non relativizzando o sminuendo la grande tradizione scultorea classica italiana ma amplificandone valenze e significati.

Realizzabile presso il Museo di Villa Croce oppure presso la Scuola ( prevedendo una uscita autonoma sul territorio)

STRISCE DI PAESAGGIO

Scuola Elementare, classi: III, IV, V ;  Scuola Media inferiore

2.5 H

Il laboratorio propone a partire dalle esperienze pittoriche dell’astrattismo geometrico una riflessione sulla possibile ricostruzione di un paesaggio realizzato attraverso il solo uso di nastri colorati. I partecipanti saranno impegnati a rappresentare la realtà attraverso il rapporto tra i colori e le differenti tipologie di materiale ( nastri adesivi, stoffa, carta). La finalità didattica del laboratorio intende avvicinare gli studenti ad una possibile riproposizione della realtà attraverso l’uso dei colori e dei materiali e alla possibilità di una sintesi grafica attraverso la sovrapposizione dei nastri

Realizzabile presso il Museo di Villa Croce oppure presso la Scuola

NOI STESSI E GLI ALTRI

Scuola Elementare, classi: III, IV, V.

2.5 H

Il ritratto, nella storia dell’arte si sviluppa come necessità di riprodurre oltre che le fattezze fisiche anche gli elementi distintivi del carattere del soggetto rappresentato.

Il ritratto dalle avanguardie del XX secolo non è più solo la rappresentazione di un volto o un corpo, ma l’artista “ri-trae” da una situazione una serie di elementi particolarmente significativi. Una selezione di opere che afferiscono al ritratto sono la base del laboratorio alla scoperta di cosa e come prelevare dal soggetto perché il disegno diventi ritratto. Noi come siamo e come ci rappresentiamo. Un viaggio, attraverso il segno, alla scoperta di noi stessi

Realizzabile presso il Museo di Villa Croce oppure presso la Scuola

IN PROSPETTIVA

Scuola Elementare, classe V

3 H

La rappresentazione prospettica dalle soluzioni classiche ai giorni nostri. Il laboratorio intende illustrare alcune delle scelte compiute dagli artisti su come rappresentare attraverso il disegno elementi tridimensionali. Nella fase laboratoriale i partecipanti proveranno a disegnare, attraverso una costruzione geometrica, un oggetto in prospettiva. Introduzione al disegno tecnico come elemento propedeutico per la scuola media

Necessario per ogni studente matita, temperino una riga da 60 cm e una squadra 90-60-30

Realizzabile presso la Scuola

MY MUSEUM

Scuola Elementare, classe V;  Scuola Media Inferiore

2 incontri da 2.5 H  (uno al museo e uno a scuola)

Il progetto allude nel titolo alla possibilità di costruire un “proprio” museo. Ai partecipanti dopo una visita al museo, ai suoi contenuti, e alcune riflessioni sui criteri espositivi,verrà proposto di costruire la maquette di una stanza di un museo. Lo spazio tridimensionale (creato per mezzo di una scatola tagliata su 3 lati) verrà reso simile ad un vero spazio museale con l’applicazione sul fondo/pavimento di una speciale carta che richiama il disegno del pavimento in marmo di Villa Croce. Nello spazio così costruito, i ragazzi potranno allestire con le opere che loro ritengono importanti senza nessun tema predefinito. La rappresentazione tridimensionale. Il rapporto con lo spazio e con la sua gestione oltre ad una riflessione sugli spazi museali e sulla loro finalità.

Realizzabile presso il Museo di Villa Croce e presso la Scuola

G I….O…. C…. A….R T E

Scuola Elementare, classi: III, IV , V

3 incontri da 2.5 H

La struttura del progetto proposto dalla Sezione Didattica del Museo di Villa Croce si basa sulla relazione che alcuni artisti del XX Secolo hanno identificato tra arte e gioco. Partendo dall’analisi dei lavori di alcuni artisti ( Kaprow, Bravo, Rubbi etc) propone ai partecipanti la costruzione di un grande gioco dell’Oca. Utilizzando come supporto la carta e declinando nella produzione grafica tecniche e stili diversi invita a creare le caselle e i segnalini del noto gioco da tavolo e successivamente a giocarlo. Lo spazio ( quello di una scuola), i partecipanti ( i componenti della classe) e l’attiva partecipazione al gioco costituiscono gli elementi del lavoro finalizzandolo alla comprensione del concetto che l’arte contemporanea sviluppa la sua ricerca: il tentativo di generare relazioni, definire concetti , costruire linguaggi , che nell’espressione ludica, in questo caso, vengono proposti nella modalità più semplice

Realizzabile presso la Scuola

Necessari n 3 fogli da disegno ( F 2 Ruvido) per ciascun partecipante

(S) COLPITO

Scuola Elementare, classi: III, IV, V; Scuola Media inferiore

2.5 H

La scultura è la tecnica che permette di rappresentare il mondo esterno attraverso l’utilizzo di materiali che opportunamente modellati possono esprimere “l’intenzione artistica” di chi li scolpisce L’esperienza propone un percorso che illustra il lungo viaggio della scultura approdando alle sperimentazioni contemporanee prodotte con materiali e soluzioni eterogenee

Il laboratorio propone alle classi una attività atta a scoprire le infinite possibilità comunicative del linguaggio scultoreo contemporaneo La rappresentazione tridimensionale. La scultura per gli artisti contemporanei.

Realizzabile presso il Museo di Villa Croce oppure presso la Scuola

TECNIC – COLOR

Scuola Elementare, classi: II, III,IV

3 H

Il progetto intende proporre una riflessione sulle tecniche tradizionali del disegno ( matita, carboncino, pennarello, pastello) e sui diversi supporti. Come sono fatti e come possono essere utilizzati gli abituali strumenti per il disegno? Una proposta per nuove soluzioni grafiche oltre a nuovi punti di vista Un ragionamento che partendo dal segno e dal suo significato conduca i partecipanti ad un utilizzo più consapevole delle linee e dei colori in un percorso di ri-scoperta del piacere del disegnare.

Realizzabile presso il Museo di Villa Croce oppure presso la Scuola

CHE FACCIO…..LO INCARTO?

Scuola Elementare, classi: III, IV, V; Scuola Media inferiore

2 incontri da 2.5 H

È antichissima e quasi scontata l’operazione di proteggere gli alimenti riponendoli in appositi recipienti. Il laboratorio propone, dopo una introduzione teorica su come e cosa gli artisti contemporanei intendano per packaging, la costruzione di un package che alluda all’estetica contemporanea alla scoperta di un perfetto abbinamento tra contenuto e contenitore.

Gli oggetti come linguaggio artistico

Realizzabile presso il Museo di Villa Croce oppure presso la Scuola

IERI, OGGI E ……DOMANI?

Scuola Elementare, classi: IV; V ; Scuola Media inferiore

2.5 H

Un viaggio alla scoperta del design contemporaneo.

Gli oggetto che attraverso il filtro dell’immaginazione artistica si ripresentano a noi come “nuovi oggetti”. La possibilità di trasformare un oggetto in un soggetto. Una sollecitazione a ripensare gli oggetti della nostra quotidianità come oggetti artistici

Realizzabile presso il Museo di Villa Croce oppure presso la Scuola

FOTOGRAFISMI

Scuola Media inferiore

2.5 H

La fotografia non è un dipinto, una poesia, una sinfonia. Non è solo una bella immagine …. E’ o dovrebbe essere, un documento significativo – (Berenice Abbot)

Una riflessione che a distanza di quasi 90 anni induce a riflettere sul valore della “fotografia da telefonino” dei giorni nostri

Il progetto intende scoprire come la fotografia contemporanea superi il limite della sola rappresentazione per diventare linguaggio autonomo alla scoperta del significato profondo delle immagini. Una sollecitazione agli studenti per aiutarli a scoprire la fotografia come linguaggio autonomo, leggere le immagini nella loro complessità Al percorso è abbinabile una breve fase laboratoriale

Realizzabile presso la Scuola

HOP – OP

Scuola Elementare, classi: III, IV; V; Scuola Media inferiore classe

2.5 H

L’Optical Art si sviluppa negli anni ’60 e prendendo spunto dai fenomeni ottico-percettivi li ripropone come linguaggio artistico. La ricerca di un processo che metta in relazione l’opera con il suo fruitore La sperimentazione di un processo scientifico che diventa comunicazione artistica. La fase laboratoriale restituirà a ciascun partecipante un oggetto di natura optical

Realizzabile presso il Museo di Villa Croce oppure presso la Scuola

Necessario un pennarello indelebile per ogni partecipante

VIAGGI NELL’ARTE CONTEMPORANEA

Scuola Media inferiore

3 giorni

Periodo: fine aprile – giugno

Rovereto

visita al MART ( Museo di arte contemporanea di Trento e Rovereto)
è uno dei più importanti centri dedicati all’arte contemporanea che oltre a un significativo programma di mostre temporanee possiede una bellissima raccolte di opere che dal Futurismo raccontano in un viaggio per immagini la storia dell’arte sino ai giorni nostri

Visita e percorso alla Casa Depero.

Un Museo interamente dedicato al grande movimento culturale di inizio novecento
a tutt’oggi la nascita di buona parte delle opere di arte contemporanea passa attraverso la riflessione degli artisti proprio su questo periodo dove l’espressione “Movimento” ben esplicita  il mettere insieme il pensiero e l’azione, la scrittura e il disegno
Borgo   Valsugana   TN

Arte Sella

è un sito naturale che nasce attorno al premio Sella e si arricchisce ogni anno di nuove sculture e installazioni all’aperto L’ambiente montano e un taglio dedicato al rapporto arte – natura lo rendono un bell’esempio di Museo  contemporaneo all’aperto.

E’ sito in una splendida località ai bordi dell’altopiano di Asiago.

Il viaggio e le visite saranno preceduti da uno o più incontri, da realizzarsi presso la scuola, di introduzione e di presentazione ai contenuti specifici dei progetti.

Incontri, visite e approfondimenti a cura della Sezione Didattica del Museo di Villa Croce

Il viaggio sarà accompagnato dal Responsabile della Sezione Didattica

Dal Museo di arte contemporanea di Villa Croce

ai Giardini d’arte della Maremma ( Toscana)

Scuola Elementare classe V; Scuola Media inferiore

2 giorni

Periodo: fine maggio – giugno Scuola Media inferiore

Il Giardino di Daniel Spoerri – HIC TERMINUS HAERET

Daniel Spoerri nasce in Romania nel 1930 ma si rifugia giovanissimo in Svizzera.

All’inizio degli anni ’90 Spoerri ha cominciato ad installare un parco di sculture nella Toscana meridionale, a Seggiano circa 80 km a sud di Siena, ‘Il Giardino di Daniel Spoerri».

Un percorso tra oltre 100 sculture e installazioni all’aperto da scoprire in un lussureggiante giardino di circa 16 ettari.

Giardino dei Tarocchi di Niki de Saint Phalle

L’itinerario prevede la visita al «Giardino dei Tarocchi» un parco di sculture all’aperto ideato e realizzato dagli ìnìzi degli annì Ottanta dall’artista francese ( compagna dì Jean Tìnguely e amica di Spoerri) Niki de Saìnt Phalle (Parigi 1930- San Diego ( USA) 2002)

Le opere all’interno, della Tenuta Garavicchio a Capalbio ( GR) rappresentano le 22 carte dei tarocchi con sculture ironiche e monumentali.

Capalbio: Visita al Giardino dei Tarocchi di Niki de Saint Phalle ( durata circa 2 ore)

Seggiano: Visita al Giardino di Daniel Spoerri ( durata circa 2 ore e 30)

Il viaggio e le visite saranno preceduti da uno o più incontri, da realizzarsi presso la scuola, di introduzione e di presentazione ai contenuti specifici dei progetti.

Incontri, visite e approfondimenti a cura della Sezione Didattica del Museo di Villa Croce

Il viaggio sarà accompagnato dal Responsabile della Sezione Didattica

Fondazione Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale” – Venaria ( Torino)

Scuola Media Superiore

1 giorno 

Periodo: dicembre – maggio

La visita al Centro di Restauro della Venaria Reale nasce da un progetto didattico centrato sul restauro delle opere d’arte contemporanea. La proposta intende esplorare i motivi e il senso del restauro e della conservazione delle opere e mostrarne gli aspetti teorici e le rilevanze pratiche presso il centro. La Fondazione Centro per la Conservazione e il Restauro dei Beni Culturali “La Venaria Reale” nasce nel 2005 quale istituto per l’alta formazione e la ricerca nell’ambito del restauro e della conservazione del patrimonio culturale. I Soci Fondatori sono il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Regione Piemonte, la Provincia di Torino, il Comune di Torino, il Comune di Venaria l’Università di Torino, il Politecnico di Torino, la Fondazione per l’Arte (oggi Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura) della Compagnia di San Paolo e la Fondazione Cassa di Risparmio di Torino.Il Centro ha sede nel monumentale complesso “La Venaria Reale”, negli spazi delle ex Scuderie e Maneggio settecenteschi progettati da Benedetto Alfieri, in un felice connubio tra architettura storica e inserimenti contemporanei.

Il viaggio e le visite saranno preceduti da uno o più incontri, da realizzarsi presso la scuola, di introduzione e di presentazione ai contenuti specifici dei progetti.

Incontri, visite e approfondimenti a cura della Sezione Didattica del Museo di Villa Croce

Il viaggio sarà accompagnato dal Responsabile della Sezione Didattica

Modalità prenotazione e partecipazione

Rivolgersi a: Sezione Didattica del Museo di Villa Croce

Paolo Scacchetti , Elena Piazza tel: 010 580069 / 585772

e-mail: pscacchetti@comune.genova.it ; didatticavillacroce@comune.genova.it ;